chi siamo

Quando la perizia e la professionalità dello chef si incontrano con la cortesia e la simpatia del maître di sala si ha un interessante abbinamento che vale la pena scoprire.
Al Km 72,400 della Strada Cassia Sud, tra Viterbo e Vetralla, sorge il complesso del ristorante “L’Oliveto”.
Immerso nel verde e circondato da olivi secolari da cui prende il nome, “L’Oliveto” è ricavato dalla ristrutturazione di una casa colonica ottocentesca e dalle sue pertinenze; pur essendo a pochi metri di distanza da una delle più transitate strade consolari, la Cassia appunto, ci si dimentica del traffico e ci si immerge nel verde dove lo sguardo può spaziare sulla piana di Viterbo e arrivare fino alle alture di Montefiascone.
Dalla ristrutturazione dell’antico casale si sono ottenuti un ampio salone in cui campeggia un monumentale camino, due verande e due altre sale di diversa metratura tali da poter soddisfare ogni esigenza della clientela.
chi siamo
Pur essendo molto giovane, (1969), lo chef Roberto è il signore incontrastato delle cucine, dove mette a frutto tutta la propria esperienza maturata sin dagli anni della scuola alberghiera (1982-85), e affinata da diverse stagioni estive a Fiuggi fino ad approdare al “White Elephant” di Via Veneto e, dal 1987, al “Grand Hotel ” di Roma.
La cucina è istantanea e vi farà apprezzare raffinati piatti a base sia di carne che di pesce.
Se lo chef Roberto è il re delle cucine, il maître Vittorio lo è per quel che riguarda le sale.
Professionalità e cortesia distinguono Vittorio, anch’egli molto giovane (1966); con la sua innata simpatia, come un novello anfitrione vi accompagnerà alla scoperta di piatti gustosi sia semplici che elaborati, sapendo consigliarvi al meglio per ogni vostra esigenza.
La carta dei vini, non pesante, accoglie un buon assortimento di etichette e bottiglie tali da poter soddisfare anche il palato più esigente.
Una sosta al ristorante “L’Oliveto” vi appagherà sotto ogni punto di vista.